Pompa di calore - Soluzioni Energetiche S.r.l.

Vai ai contenuti

Menu principale:

Pompa di calore

LED E TERMICO
Come funziona una pompa di calore?

Le pompe di calori rendono indipendenti. Indipendenti dalla disponibilità di risorse di idrocarburi fossili e da incrementi dei prezzi incalcolabili. Naturalmente vi assicurano benessere a qualunque temperatura esterna. Una pompa di calore, con il suo funzionamento estremamente affidabile ed efficiente, è in grado di garantire risparmio ed indipendenza. Principalmente tutte le pompe di calore funzionano secondo lo stesso principio.

Come un frigorifero, solo in senso inverso

Il funzionamento delle pompe di calore è uguale al funzionamento di un frigorifero. Con la differenza che il ciclo frigorifero è invertito. Il principio è semplice: da una sorgente di calore naturale (geotermia, acqua, aria) viene assorbita energia termica per utilizzarla per il riscaldamento. Un sistema di riscaldamento a pompa di calore è composto sempre da tre elementi:
1. Impianto lato fonte energetica
2. Pompa di calore
3. Impianto di distribuzione e accumulatore
La trasmissione di calore è più efficiente in combinazione con un sistema di riscaldamento a bassa temperatura, ad esempio un sistema radiante a parete o a pavimento.

Principio di funzionamento di una pompa di calore:
1-Un fluido termovettore trasporta l’energia termica: Il fluido termovettore circola all’interno di un circuito chiuso ed ha il compito di trasportare e trasmettere l’energia termica. Ci si chiede da dove deriva il guadagno energetico così tipico per le pompe di calore? La risposta è semplice: nell’evaporatore!
2-Il fluido termovettore evapora nell’evaporatore: Il nome evaporatore deriva dal fatto che il fluido refrigerante liquido va in ebollizione, in altre parole evapora al suo interno a temperature molto basse e nel frattempo assorbe energia dall’ambiente. Il fluido refrigerante quindi è in uno stato gassoso.
3-Sotto pressione il gas si riscalda: A questo punto il fluido refrigerante viene compresso nel compressore e ne diminuisce il volume. Durante questo processo aumenta la pressione e di conseguenza la temperatura del fluido refrigerante. Il fluido refrigerante caldo circola al condensatore. Questo è uno scambiatore nel quale l’energia assorbita dall’ambiente viene trasmessa al sistema di riscaldamento.
4-Il fluido refrigerante si raffredda e assorbe nuovamente energia termica: Nel processo di raffreddamento il fluido termovettore passa allo stato liquido. Mediante la valvola di espansione viene diminuita la pressione e il fluido assorbe nuovamente energia termica dall’ambiente. Il ciclo quindi riprende da capo.

Sostituire un normale scaldacqua con uno a pompa di calore consente di ottenere immediatamente un elevato risparmio energetico: gli scaldacqua ad alta efficienza consumano infatti il 70% di energia elettrica in meno rispetto ad uno scaldacqua tradizionale.
Trattandosi di un prodotto ad alta efficienza, porta a una riduzione immediata dei costi in bolletta.

Detrazioni fiscali

In base allo stato di partenza dell’edificio, alla zona climatica, alla soluzione tecnologica scelta e all’impiego o meno degli incentivi, un intervento di integrazione di una pompa di calore può risultare davvero molto vantaggioso.

Sono previsti diverse tipologie di incentivi per questo tipo di interventi (detrazione fiscale e conto termico).

Volendo fare un esempio, un impianto a pompa di calore con potenza di 10 kW, permette un risparmio netto rispetto ad una caldaia tradizionale e permette di usufruire delle detrazioni fiscali, con il risultato che l’investimento si ripaga in soli 4 – 5 anni!

Contattaci per un un preventivo gratuito, assieme studieremo le tue abitudini e necessità energetiche e ti guideremo alla scelta ottimale.

Torna ai contenuti | Torna al menu